2010

Costumi!!!

Posted in costumi, Mandragola a 14 di Carina Sandoval

Grazie al Bowdoin College Costume Shop.

2010

idee sui costumi

Posted in costumi, Mandragola a 18 di Carina Sandoval

2010

Costumi storici

Posted in costumi, Mandragola a 17 di Carina Sandoval

Roma antica:

Braun & Schneider. Historic Costume in Pictures. New York, NY: Dover Publications, Inc., 1975.

2010

La Mandragola

Posted in costumi, Mandragola, opere teatrali, scenografia a 03 di Carina Sandoval

schizzi preliminari:

Appunti per la scenografia:

–       Siamo a Firenze

–       Due porte e una chiesa su una piazza

o      un uscio a destra =  Nicia

o      un uscio a sinistra = Callimaco

Appunti per i costumi:

Personaggi-

Callimaco (pretende di essere medico)

Siro (servo di Callimaco)

Messer Nicia Calfucci (dottore)

Ligurio (amico di Callimaco)

Sostrata (madre di Lucrenzia)

Frate Timoteo

Una donna (parla con il frate)

Lucrezia (moglie di Nicia)

Atto 4, scena 2

–       LIGURIO Noi abbiamo tutti a travestirci. Io farò travestire el frate: contrafarà la voce, el viso, l’abito; e dirò al dottore che tu sia quello; e’ sel crederà.

–       LIGURIO Sì, sì, tieni a mente cotesto. Io ho un naso in casa: io vo’ che tu te l’appicchi.

Un esempio di un’interpretazione di commedia del’arte di La Mandragola:

2010

I Costumi Rinascimentali

Posted in costumi, Mandragola a 04 di Carina Sandoval

Leventon, Melissa, ed. What People Wore When

Il rinascimento cominció in Italia durante il cinquecento e si diffuse tra il resto d’Europa. Nell’arte, c’era piú senso di realismo con la prospettiva e un cambio d’idea sulla rappresentazione dall’anatomia umana basata sulle riscoperte ideali di Grecia antica. Questo cambio influenzó la moda abbastanza.

Anche l’influenza dall’estero era molto forte, specialmente a Venezia e a Milano a causa della vicinanza geografica a Germania e Francia fra altri paesi. Cosí la moda per gli uomini è cambiata da vestiti lunghi a quelli piú corti con calze/collant.

Le donne portavano dei vestiti lunghi e fluenti ma attillati con tipicamente tre strati: “la camisia, la gamurra, e la giornea”. Diversi stili avevano diverse maniche. Donne italiane spesso erano l’obiettivo di legislazione contro l’eccesso nei vestiti come le maniche troppo grandi o tessuto troppo lussuoso. C’erano leggi contro le cortigiane che portavano seta e perle perché la gente confondeva le donne aristocratiche con le prostitute. Queste leggi non erano mai seguite.

Un aspetto molto interessante dei costumi rinascimentali è come i vestiti formavano il corpo per essere adatto con le idee del corpo ideale dell’epoca.

(click per guardare imagini piú grandi)