2010

invito #3 (poster?)

Posted in disegno grafico, Mandragola a 21 di Carina Sandoval

Deve dire Kresge, non Krege. Per ora non ho il documento corretto, ma ecco il disegno.

disegno: sketch up

Posted in disegno grafico, Mandragola, scenografia a 05 di Carina Sandoval

2010

invito #2

Posted in disegno grafico, Mandragola a 18 di Carina Sandoval

idee sui costumi

Posted in costumi, Mandragola a 18 di Carina Sandoval

invito

Posted in disegno grafico, Mandragola a 17 di Carina Sandoval

LA MANDRAGOLA: programma di preparazione

Posted in Mandragola, opere teatrali a 03 di Carina Sandoval

  1. Rileggere la Mandragola e fare appunti dettagliati sui costumi e la scenografia. (mar 28)
  2. Fare una lista di tutti i costumi, accessori di scena, e allestimenti necessari per lo spettacolo. (mar 28)
  3. Disegnare l’invito (mar 28)
  4. Parlare con A/V per capire cosa si può fare a Kresge: Luci, registrazione, microfoni, proiettore. Prenotare aiuto da A/V per lo spettacolo. (mar 30)
  5. Fare le misure degli attori e delle attrici per i costumi al “Costume Shop”. (apr 1)
  6. Trovare e prenotare i costumi che gli stiano bene agli studenti. Se non c’è niente appropriato per i nostri personaggi, bisogna prenotare costumi di un altro luogo, comprare costumi con il dipartimento di teatro, o farli. (apr 9)
  7. Trovare tutti gli accessori di scena necessari nel “Prop Barn”. Comprare quello che manca. (apr 9)
  8. Disegnare la scenografia e fare un modello piccolo (se c’è tempo). (apr 9-16)
  9. Parlare con il dipartimento di teatro per aiuto e consigli sulla costruzione dell’allestimento. (apr 9-16)
  10. Segnare il palcoscenico di Kresge con le misure del disegno scenografico per poter cominciare a fare le prove sul palco lunedì 19 Aprile o prima. (apr 16)
  11. Parlare con BCN e Orient  per pubblicità. (apr 19)
  12. Comprare i materiali necessari per la costruzione. (apr 19-23)
  13. Disegnare il playbill, e i manifesti. (apr 26-30)
  14. Stampare il playbill e i manifesti nel “Print Shop” (apr 26-30)
  15. Decidere sui profumi: con i manifesti, in aria, nelle decorazioni, eccetera. (apr 30)
  16. Finalizare i costumi (apr 19-30)
  17. Costruire il set con un po’ di aiuto degli studenti. (apr 19-30)
  18. Sistemare il set dentro Kresge (mag 3-6)
  19. Il dress rehearsal – 6 maggio
  20. Lo Spettacolo – 7 maggio

2010

Lo spettacolo!

Posted in generale, Mandragola a 01 di Carina Sandoval

Abbiamo scelto La Mandragola di Niccolò Machiavelli!

Lo spettacolo sarà rappresentato il 8 maggio in Kresge Auditorium, Bowdoin College.

Il cast:

Prologo – Lindsay

Canti – Diego

Callimaco – Eric

Siro – Sarah

Messer Nicia – Drew

Ligurio – Morgan

Sostrata – Sofia

Frate Timoteo – Christine

Una donna – Lindsay

Lucrezia – Rebecca

Adesso c’è tanto da sistemare. Dobbiamo fare le misure di tutti gli attori/attrici e del palcoscenico per poter disegnare con precisione. Devo parlare di piú con il dipartimento di teatro e il dipartimento audio visivo per chiedere il loro aiuto. Sara molto divertente e sicuramente andrà benissimo!

2010

il Palcoscenico rinascimentale

Posted in generale, scenografia a 16 di Carina Sandoval

The Renaissance Stage: Documents of Serlio, Sabbattini and Furttenbach.

Appunti:

Introduzione-

  • Tende: C’erano per causare sorpresa e impazienza tra il pubblico, secondo Furttenbach, ma Serlio non ci menziona anche se le tende si usavano molto con le scene a prospettiva italiane.
  • Il Proscenio: come parte della scenografia
  • La prospettiva: trionfo del pittore di scenografia sul architetto di scenografia.
  • Luci: Lo scopo dello spettacolo rinascimentale era di dare brillantezza a un’occasione festiva (matrimonio, eccetera)

Sebastiano Serlio

  • Studiava l’architettura (antica) / pittura.
  • Ha  scritto sul teatro perché era parte del dovere del architetto di una corte di fare allestimenti per i spettacoli per il principe.
  • Il libro non è completo.

“Se dico tutto quello che so su li allestimenti teatrali, non finirei mai.”

Il Secondo Libro dell’Architettura (1545)

  • Tre tipi di scene: comiche, tragiche, satiriche
    • Scena comica:
      • Case appropriate per persone private (dottori, avvocati…)
      • Scene devono avere la casa della “ruffiana”, la taverna, e la chiesa.
    • Scena tragica:
      • Case appropriate per persone eccezionali (principi, re, signori)
    • Scena satirica:
      • Alberi, pietre, colline, montagne, fiori, eccetera- insieme con capanne rustiche.
      • Natura fatta artificialmente di seta…

Nicola Sabbattini

  • architetto e ingegnere

Pratica di Fabricar Scene e Machine ne’Teatri (1638)

  • Manuale di pratica teatrale italiana in forma di direzioni a un architetto che deve trasformare un salone in un teatro con auditorio e palco con allestimenti, macchine, luce, e altri effetti.
  • Questo dai segreti della scenografia per spettacoli nelle corti italiane.
  • Tutto il disegno era fatto in modo che il principe o la persona più importante nel pubblico abbia il migliore punto di vista.
  • Esempi di tecniche che descrive Sabbattini:
    • Come si dipinge il cielo: lavorare con i bravi pittori.
    • Come fare nuvole che diventano grandi (come vuole fare Graziano nel’impresario, ma non riesce).

L’Impresario

Posted in opere teatrali, scenografia a 07 di Carina Sandoval

L’introduzione descrive le scene necessari per L’Impresario:

1. una strada/piazza per la prima scena.

– la finestra e la porta della casa di graziano.

2. lo studio di Graziano per le seconde e terze scene.

– un tavolino dove Graziano scrive la commedia.

– una sedia o un divano dove Angelica si può sedere a ricamare.

– una gabbia con un uccello che porta Angelica.

– un cielo chiaro e delle nuvole che devono essere sospesi in aria.

Il testo parla delle macchine che non funzionano. Durante tutto lo spettacolo, i personaggi provano a inventare qualcosa che faccia nuvole sospese in aria che diventano piú grandi con tempo pero non riescono.

L’introduzione parla anche del tema della commedia e del punto di vista di Bernini come architetto/artista/scenografo scrivendo una commedia:

“Nel corso dell’opera scopriamo che la commedia ha in  effetti come tema la propria concezione e realizzazione scenica, e che la rappresentazione non è altro che la realizzazione dell’idea ingegnosa che Bernini considerava l’essenza dell’atto creativo.” (13)

“L’ingegnosità e il disegno sono i principi fondamentali di una scenotecnica efficace. . . Meraviglia nasce solo quando lo spettatore riconosce che la “naturalezza” deriva esclusivamente dall’ingegno e dall’artificio.” (20)

Commedia dell’arte

Posted in opere teatrali, scenografia a 07 di Carina Sandoval

Le tre scene della Commedia Dell’Arte che abbiamo letto (Pulcinella innamorato, l’Insalata, e Pozzo incantato) hanno una scenografia molto similare. I gruppi di commedianti viaggiavano molto, allora non potevano portare molto allestimento. Anche spesso gli spettacoli si facevano in aria aperta. Allora, ho disegnato un allestimento molto rinascimentale con le due case in entrambi lati del palco e con lo sfondo dipinto a prospettiva. Le uniche cose che cambiano sono gli accessori di scena. Quelli sono elencati all’inizio del testo d’ogni scena. Per esempio, Pulcinella innamorato bisogna un sacco e due scale mentre Pozzo incantato bisogna un pozzo.

Ecco un video con l’immagini della commedia dell’arte e le maschere.

Pagina precedente · Pagina successiva